BIO

Nasco a Milano nell’agosto del 1972. Cresco vivace in un ambiente familiare dove arte e musica fortunatamente non sono mai mancate. Mia nonna paterna e suo padre prima di lei dipingevano per diletto a livelli più che buoni. Alcuni dei loro lavori sono poi finiti sulle pareti di casa mia e ricordo che spesso mi perdevo ad osservarli per istanti che potevano essere ore, estasiato. La stessa sensazione che continuo a provare davanti ad un bel dipinto. Mia cugina Laura si è diplomata a Brera e ora disegna e realizza gioielli d’arte “Laura Volpi Gioielli”. Io ho scelto di percorrere altre strade. Fino ad ora.

Sono laureato in legge e lavoro presso un grande broker ma non ho mai smesso di dedicare parte del mio tempo a fare quello che amo e che so fare meglio. Disegnare, incidere, puntinare e, naturalmente,  sognare.

Scintilla

Devo tutto al mio professore di disegno tecnico, ai tempi del liceo. Un giorno mi chiamò in disparte e mi fece una proposta che mi sorprese: mentre i miei compagni di classe avrebbero continuato a misurarsi, come da programma, con poliedri e proiezioni ortogonali, per me aveva in mente un altro tipo di lavoro. Si mise a sfogliare velocemente uno dei tanti volumi di storia dell’arte impilati sulla sua cattedra e, trovato quel che cercava, mi porse il libro aperto. Era una foto in bianco e nero raffigurante il tempio di Cnosso a Creta, circa 15×20 cm di dimensione. “Me la rifai con il  rapidograph”. Mi guardò e aggiunse, con aria che a me parve divertita: “a puntini…con lo Zerodue”.

I was born in Milan in August 1972. I grew up in a lively atmosphere where luckily enough art and music have never been lacking. My paternal grandmother – and her father before her – painted for pleasure at more than satisfactory levels. Some of their works are now hanging on my home’s walls. I remember that I could spend hours watching entranced at the picture. It’s the same feeling I’m still proving today before a beautiful painting.

My cousin Laura graduated at the Brera Arts Academy in Milan; she is a jewelry art designer and producer. I chose to follow other paths. Until now. I am a law graduate and have a job at a major international broker, but I always devoted a good part of my leisure time doing what I love and can do best: drawing, engraving, dotting and, of course, dreaming.

The spark

I owe everything to my high school professor for technical drawing. One day he called me aside and made me a surprising proposal: while my classmates would keep on drawing polyedra and orthogonal projections, according to course program, for me he had in mind a different kind of artwork. He quickly flipped through one of the many art history books which were stacked on his desk and, having found what he was looking for, he handed me the open book. It was a black and white picture showing the inner cloister of a classical temple, some 15×20 cm in size. “You are to reproduce it with the Rapidograph pen” he said with a somewhat amused expression “with dots…using the zerotwo (millimeter) point size…” 

foto-2